Comunicato parrocchiale sui recenti eventi legati al CARA di Castelnuovo di Porto

COMUNICATO PARROCCHIALE SUI RECENTI EVENTI LEGATI AL CARA DI CASTELNUOVO DI PORTO

La nostra Comunità cristiana, anche a motivo dei tanti giovani volontari del nostro gruppo parrocchiale Ser.Gio. che svolgevano un servizio di accoglienza e di integrazione presso il Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo di Castenuovo di Porto, desidera segnalare la mancanza della più elementare espressione di umanità nella modalità di chiusura di quel Centro.
Aldilà dei pareri di ciascuno, non tutti sempre e comunque legittimi perché c’è pur sempre un limite al cinismo e all’indifferenza, come Comunità cristiana siamo tenuti ad affermare il rispetto dei diritti e della dignità delle persone che, per qualsiasi ragione, vengono nel nostro Paese.
Più in generale: le parole, i gesti, le posizioni che registriamo quotidianamente non solo non sono quasi mai evangelici, ma neppure degni di un paese che vuol dirsi civile. Questi atteggiamenti, che presto fanno cultura, risultano quanto meno offensivi per tutte le persone, le istituzioni e le associazioni che offrono il loro piccolo ma generoso contributo all’integrazione e all’accoglienza, molto spesso sopperendo chi, prima di tutto lo Stato, dovrebbe esserne invece il legittimo protagonista.
La nostra Comunità, impegnata anch’essa in questo servizio con le mense itineranti della ‘San Vincenzo’, con il ‘Centro di Ascolto’, con il servizio del gruppo ‘Ser.Gio.’, ma anche con l’ospitalità della casa del Gelsomino – a cittadini di qualsiasi provenienza – sente per questo di non poter far passare sotto silenzio questo clima culturale; di richiamare oltremodo ciascun membro di questa comunità cristiana a perseguire con sempre maggiore coerenza evangelica la fede che professa; a ricordare alla comunità civile che il naufragio è destino di tutti se il disprezzo è l’unica posizione che essa rivendica.

 

P. Saul, vicari parrocchiali,
Caritas, Centro d’Ascolto,
Gruppo Ser.Gio., Gruppo San Vincenzo de’ Paoli,
Il Gelsomino

 

Roma, 25 gennaio 2019

 

 

Potrebbero interessarti anche...